fbpx

Windor Infissi Taranto | Porte | Finestre

  • Chiamaci: 099 811 0951

Porte interne a Taranto: Sconto in Fattura senza sorprese

Rispondo qui ad alcune domande che mi vengono poste quotidianamente, cosi da chiarire tutti i dubbi su Bonus e Sconti in Fattura per chi acquista porte interne a Taranto

Lo dico una volta per tutte: lo sconto in fattura con bonus 50% per chi acquista porte interne a Taranto (e in tutta Italia) è ammesso solo in caso di ristrutturazione o di separazione o di ampliamento delle stanze della casa.

Vediamo insieme come funziona e come ottenerlo.

Potrai detrarre le spese per la sostituzione delle porte interne se fai un intervento di manutenzione straordinaria per il quali basti una CILA (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata da fare al comune).

E’ ad esempio il caso dello spostamento di una parete, oppure l’apertura o lo spostamento di uno o più vani per porte.
Un caso tipico è la modifica di un muro per l’installazione di una soluzione a scomparsa al posto di una porta a battente.

Naturalmente potrai detrarre l’acquisto delle porte anche se stai facendo un intervento di ristrutturazione per il quale sia necessaria una SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).

Per ulteriore chiarezza, riporto qui alcune delle domande che mi vengono poste più frequentemente:

“Se in casa voglio sostituire solo le porte, ma non voglio fare manutenzione straordinaria, posso accedere al Bonus 50%?”

NO: in questo caso non è possibile accedere a nessun bonus fiscale.

“Se demolisco la parete tra cucina e soggiorno, posso avvalermi del Bonus per sostituire tutte le porte di casa?”

SI: in questo caso è possibile acquistare le porte da interni con il bonus ristrutturazione del 50%.

“Se allargo il vano di una porta, posso acquistare tutte le porte di casa con lo sconto in fattura?”

SI: in questo caso è possibile acquistare tutte le porte, non solo quella interessata dai lavori, con il bonus ristrutturazione del 50%.

Come usufruire del Bonus 50% per l’acquisto di porte interne a Taranto

1) Puoi detrarre il 50% dell’importo dalla tua dichiarazione Irpef in 10 anni

Se spendi 60.000 euro per ristrutturare casa (compresa la sostituzione delle porte), potrai detrarre dalle tasse il 50% di 60.000 = 30.000. Cioè potrai detrarre 3.000 euro ogni anno per 10 anni. Significa che ogni anno, per 10 anni, pagherai 3000 euro di tasse in meno.

2) Puoi richiedere lo sconto 50% in fattura 

Se spendi 10.000 euro, la cifra da sborsare effettivamente sarà pari a sole 5.000 euro.

3) Puoi richiedere il Bonus 50% utilizzando la cessione del credito

Pagherai tutta la cifra preventivata, ma nello stesso tempo farai un accordo con una banca per cedere il tuo credito verso l’erario.

Oppure potrebbe essere l’azienda a voler recuperare subito la somma anticipata con lo sconto in fattura cedendo il suo credito a terzi.

Ad esempio, su una fattura di 10.000 euro per la vendita delle porte, l’azienda incasserà 5.000 euro dal cliente e chiederà alla banca gli altri 5000.

Se intendi optare per la cessione del credito o lo sconto in fattura, è necessario ottenere l’asseverazione della congruità delle spese ed il visto di conformità delle opere.

Tutto questo non è però necessario per interventi di edilizia libera e piccoli lavori entro i 10.000 Euro.

Porte interne a Taranto e Sconto in Fattura senza sorprese: pensiamo a tutto noi

Ci occupiamo noi di tutta la parte amministrativa, così avrai più tempo da dedicare alla scelta delle porte che desideri.

I nostri uffici ti forniranno tutte le indicazioni e la documentazione utile per  ottenere il bonus ed essere in regola per eventuali controlli dell’Agenzia delle entrate.

Vuoi saperne di più?
Compila la scheda che trovi qui di seguito e riceverai senza impegno tutte le informazioni utili a riguardo.

* I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn