fbpx

Windor Infissi Taranto | Porte | Finestre

  • Chiamaci: 099 811 0951

Bonus 75% Infissi per disabili: 6 ragioni per approfittarne subito

bonus Infissi per disabili

Il bonus infissi per disabili consente di usufruire di uno speciale sconto in fattura del 75% entro il 2023 per eliminare tutte le possibili barriere che impediscono libertà e autonomia di movimento anche se non ti trovi in condizioni di disabilità permanente

Infissi per disabili? Si ma con lo sconto immediato in fattura del 75%.

Ecco 6 buone ragioni per rendere la propria casa a misura di disabile, anche se non si è disabili:

Accessibilità per tutti: Rendendo la casa accessibile alle persone con disabilità, si crea un ambiente accogliente e inclusivo per tutti, indipendentemente dalle capacità fisiche. Questo permette a familiari, amici e ospiti con disabilità di sentirsi benvenuti e a loro agio.

Futuro previdente: L’accessibilità della casa è importante anche in prospettiva futura. Gli incidenti o i cambiamenti fisici possono verificarsi a chiunque, indipendentemente dall’età. Avere una casa già predisposta per l’accessibilità permette di affrontare queste situazioni senza dover apportare modifiche sostanziali in seguito.

Mobilità agevole: Una casa a misura di disabile offre un ambiente più sicuro e agevole per tutti gli abitanti. Ad esempio, rampe senza gradini o porte più ampie facilitano la mobilità di carrelli, passeggini o di chiunque abbia bisogno di maggiore spazio.

Valore dell’immobile: Una casa accessibile può aumentare il suo valore sul mercato immobiliare. La domanda di case accessibili è in aumento e avere una casa già predisposta potrebbe essere un vantaggio in caso di vendita futura.

Futuri adempimenti normativi: In alcuni Paesi, esistono già leggi e normative che richiedono una certa accessibilità negli edifici residenziali. Rendere la casa a misura di disabile permette di adempiere a tali obblighi già da oggi e farsi trovare preparati per un eventuale domani.

Rispetto dei diritti umani: Il diritto all’accessibilità è un diritto umano fondamentale. Rendere la casa a misura di disabile è un segno di rispetto e di promozione dell’uguaglianza dei diritti per tutti.

Gli infissi per disabili possono comprendere porte, finestre e altri elementi architettonici che sono progettati e realizzati per garantire l’accessibilità e la sicurezza delle persone con disabilità all’interno delle proprie abitazioni. E quindi possono includere:

Porte e finestre a battente o scorrevoli con ampie aperture per facilitare l’ingresso e l’uscita di sedie a rotelle o altri dispositivi di assistenza alla mobilità.

Maniglie e meccanismi di apertura semplici da azionare anche con una presa debole o con una sola mano.

Barriere anti-intrusione e sistemi di sicurezza adeguati per garantire un ambiente sicuro all’interno della casa.

Il “bonus infissi per disabili” potrebbe coprire parte o l’intero costo dell’acquisto e dell’installazione di questi infissi speciali.

L’obiettivo è quello di aiutare le persone con disabilità a migliorare l’accessibilità e la vivibilità della propria abitazione, contribuendo a una maggiore indipendenza e qualità della vita.

Inoltre, oltre a una casa più a misura d’uomo, avrai anche il vantaggio di un risparmio significativo sul costo totale. 

E’ un’occasione unica per rendere la tua casa più accogliente e accessibile senza dover rinunciare alla qualità e all’estetica.

Non perdere questa straordinaria opportunità! Il Bonus scade il 31 dicembre 2023. Dal 1° Gennaio 2024, ci sono altri bonus. Clicca QUI per scoprire quali.

I nostri esperti saranno felici di guidarti nella scelta degli infissi più adatti alle tue esigenze, eliminando tutte le possibili barriere che impediscono libertà e autonomia di movimento. 

Bonus infissi per disabili in dettaglio

Introdotto dalla legge di bilancio 2022, si applica per tutti gli interventi volti ad abbattere gli ostacoli in edifici già esistenti che sono disciplinati dal Decreto Ministeriale n.236 del 14 giugno 1989.

Lo sconto in fattura 75% consiste in un bonus sulle spese sostenute fino a un importo massimo variabile, da 30mila a 50mila euro, a seconda dell’edificio su cui sono eseguiti i lavori.

Possono usufruire dei benefici fiscali le persone con ridotte o limitate capacità motorie o con difficoltà di deambulazione o di linguaggio, quelle con handicap psichico o mentale, non vedenti e sordi. Il Bonus scade il 31 dicembre 2023. Dal 1° Gennaio 2024, ci sono altri bonus. Clicca QUI per scoprire quali.

Il bonus è a disposizione di proprietari o condomini di immobili privati esistenti, inquilini e comodatari, purché abbiano l’autorizzazione del proprietario.

Vuoi saperne di più?

Compila la scheda che trovi qui di seguito e riceverai senza impegno tutte le informazioni utili a riguardo.

    Condividi:

    Facebook
    Twitter
    Pinterest
    LinkedIn