Prezzi degli infissi in pvc: i rischi da evitare e gli incentivi per cambiarli

Come fare la scelta giusta senza essere un esperto di finestre, ottenere il massimo con la minima spesa e risparmiare grazie agli incentivi statali

Se stai per sostituire le vecchie finestre e hai già iniziato a richiedere qualche preventivo in giro, ti sei sicuramente reso conto che il primo problema è riuscire a districarsi tra le tante offerte soprattutto in fatto di prezzi degli infissi in pvc.

Secondo recenti studi, oltre l’80% di chi ha richiesto un preventivo non riesce a comprendere la vera differenza tra più preventivi, indipendentemente dalla tipologia di infissi richiesti.

E, se la richiesta riguarda i prezzi degli infissi in pvc, le difficoltà aumentano a causa dell’elevata competizione tra produttori qualificati, certificati e i numerosi assemblatori o piccole industrie dell’Est di cui si sa poco sulla loro reale competenza, storia e controllo dei processi.

Se in casa hai bambini e anziani, devi fare ancora più attenzione al tipo di serramenti da scegliere.

Infatti, in alcune parti molto remote dell’est Europa, si produce un tipo di infisso in pvc che costa molto poco ma che può provocare grossi ripercussioni negative specie sulla salute delle persone più deboli, come bambini e anziani.

La causa sembrerebbe essere imputabile all’emissione di VOC, ftalati e plastificanti.

Ha fatto il giro mondo una notizia rivelata in anteprima dal Daily Mail britannico secondo cui l’OMS (Organizzazione mondiale della Sanità) sia aggiornando la lista dei prodotti cancerogeni e che vi sia una sospetta pericolosità di alcuni materiali in pvc.

Sottolineo la pericolosità di alcuni materiali in pvc e non di tutti, perché quelli a rischio sono gli infissi prodotti senza controlli da parte di organismi super partes in grado di monitorare i processi produttivi.

Quindi, se non un esperto di finestre e stai valutando diverse offerte in termini di prezzi degli infissi in pvc, la prima cosa da fare è documentarsi sulla tipologia di processi produttivi e sul rispetto delle regole da parte delle industrie. 

Questo vuol dire che devi assolutamente prendere le distanze da quei prezzi degli infissi in pvc apparentemente troppo convenienti rispetto al loro effettivo valore di mercato.

Di base, posso dirti che il materiale utilizzato per i serramenti in pvc di buona qualità NON E’ IL PVC TRADIZIONALE ma è il cosiddetto U-PVC.

La differenza tra il pvc tradizionale e l’U-PVC è che quest’ultimo non contiene ftalati né plastificanti ed è quindi assolutamente innocuo, sicuro e affidabile in quanto non emette VOC, particelle volatili invisibili nocive per la salute specie di bambini e anziani.

Ad esempio, le finestre in PVC dell’azienda Finstral ha conseguito la classe migliore, corrispondente ad un livello minimo o addirittura assente di emissioni volatili VOC (come puoi vedere qui sotto).

Ecco per te alcuni consigli pratici e fondamentali per fare la scelta giusta senza essere un esperto di finestre: 

1) Controlla innanzitutto se l’infisso è prodotto con tecnica di co-estrusione, cioè è importante che il profilo e la guarnizione esca in contemporanea dall’impianto estrusore;

2) Richiedi l’apposito certificato di assenza VOC;

3) Accertati circa la provenienza dei materiali;

4) Occhio ai prezzi apparentemente molto convenienti, per cui fatti furbo e approfondisci il preventivo in presenza di un esperto;

5) Fai grande attenzione alla tossicità del pvc: molti degli infissi in pvc importati dall’est Europa sono il frutto del riciclo di PLASTICHE TOSSICHE e, per questo, emettono grosse quantità di VOC (particelle volatili invisibili nocive per la salute umana), per cui meglio fidarsi delle aziende che producono infissi in pvc garantiti;

6) DIFFIDA da quei rivenditori che non rilasciano garanzie di risultato durature e accertati che la garanzia duri almeno 30 anni dal primo giorno dell’installazione.

Se seguirai questi semplici consigli, sarai certo di fare la migliore scelta anche tra molti preventivi di prezzi degli infissi in pvc e assicurerai ai tuoi famigliari un ambiente casalingo più sano, grazie all’assenza di materiali potenzialmente tossici.

Farai bella figura con i tuoi amici che apprezzeranno la tua scelta oculata e responsabile e i tuoi figli un bel giorno ti ringrazieranno per aver tutelato la loro salute.

Ma non è tutto!

Oltre a districarti tra i vari prezzi degli infissi in pvc, devi sapere che puoi risparmiare sull’investimento, approfittando degli incentivi statali validi fino a fino anno.

Lo Stato infatti rimborsa il 50% dell’investimento per acquistare nuove finestre, dandoti la possibilità di spendere praticamente la metà.

Il motivo di questi incentivi statali sta nel fatto che, migliorando l’isolamento termico ed eliminando le dispersioni termiche nelle case, lo Stato risparmia e spende meno per approvvigionarsi di energia.

Invece, nelle case dove ci sono vecchie finestre o infissi economici, il consumo eccessivo di gas domestico per il riscaldamento contribuisce ad aumentare i costi di approvvigionamento dei combustibili a livello mondiale (più domanda equivale ad un aumento dei prezzi) e soprattutto a peggiorare le condizioni ambientali (le caldaie inquinano perché bruciano gas).

Gli infissi di nuova generazione, se installati con posa in opera certificata e con formule garantite (come quella di Finestre Senza Pensieri), sono in grado di eliminare le dispersioni termiche sia in inverno che in estate. 

Lo Stato dunque incentiva gli interventi e sostiene la spesa per le nuove finestre in quanto i nuovi serramenti abbattono fino al 50% ed oltre la dissipazione di calore ed energia, in quanto termicamente più isolanti.

Installando infissi di nuova generazione, in casa potrai:

  • aumentare fino al 100% il livello di isolamento termico;
  • aumentare fino al 100% il livello di sicurezza passiva contro i tentativi di scasso e di intrusione;
  • ridurre fino al 50% il livello di rumori dovuti al traffico (specie se abiti ai primi piani in aree urbane trafficate);
  • grazie anche al moderno sistema di POSA IN OPERA CERTIFICATA a cura di tecnici INSTALLATORI CERTIFICATI, puoi finalmente dire addio ai fastidiosi spifferi nelle fredde giornate d’inverno!

Che vuol dire tutto questo?
Che, se la spesa per sostituire le vecchie finestre ammonta a 10.000 Euro, lo Stato ti restituisce 5.000 Euro!

E non solo!

Se ti decidi entro il 15 Ottobre 2019, puoi ottenere gratis anche un Super Bonus fino a 2.000 €. Clicca sul seguente link per saperne di più ==> http://finestresenzapensieri.it/bonus-finestre/

Vuoi saperne di più o richiedere un appuntamento senza alcun impegno da parte tua?

Compila il seguente form di contatto:

* I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori