Categorie: Ultime novità

Devi fare lavori in casa? Ecco il nuovo elenco delle opere senza permessi

E' finalmente in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il nuovo elenco delle opere senza permessi, il che vuol dire meno costi e burocrazia

Grazie ai recenti interventi del legislatori, è stato allungato l'elenco di opere senza permessi per interventi edilizi che da ora in potranno essere realizzati senza la necessità di presentare comunicazioni al Comune né progetti tecnici. E' in atto una liberalizzazione che ha a che fare con i lavori di ristrutturazione e manutenzione che non incidono sulla pianta degli appartamenti.

Per la sostituzione di infissi, inferriate e parapetti, non c'è più bisogno di recarsi in ufficio comunale.

Ottime notizie per coloro che intendono installare pergotende e altre coperture tipo verande e gazebo in giardino, a patto che si tratti di strutture mobili e non ancorate stabilmente al suolo (leggi di più > http://finestresenzapensieri.it/veranda-facile-senza-permessi/). La stessa cosa riguarda l'installazione di pannelli solari, condizionatori e cappotto termico. Non c'è più bisogno di alcuna comunicazione di inizio lavori. Il lungo elenco di opere senza permessi si estende agli interventi sugli intonaci e sugli elementi decorativi, ma anche alla sostituzione di grondaie e pluviali.

Vuoi saperne di più o richiedere un appuntamento senza alcun impegno da parte tua?

Richiedi adesso maggiori informazioni. Siamo a tua disposizione. Chiama ora lo 0998110951 oppure utilizza il seguente form di contatto:

Il Villaggio turistico San Giovanni ha scelto Windor per i suoi infissi

Sito a San Giorgio Jonico, il Villaggio turistico San Giovanni è tra le storiche strutture ricettive più rinomate della provincia di Taranto. Di recente ha costruito il nuovo albergo e per l'occasione ha scelto Windor quale partner per l'installazione degli infissi

Il Villaggio turistico San Giovanni è un'antica dimora contadina fortificata immersa nel verde che, diversi anni, è stata interessata da un progetto di ammodernamento che l'ha trasformata in una grande struttura turistico ricettiva. Attualmente, è composta da sei sale ricevimenti per la celebrazione di piccoli e grandi eventi. Nel corso dei processi di ristrutturazione, ha conservato alcuni tratti caratteristici come i soffitti a volta finemente decorati da tessuti e tendaggi frutto del prezioso artigianato locale. All'esterno, vi è un il Parco Duca con maestoso gazebo in legno ed il Parco Duchessa con tanto verde e annessa piscina.

Recentemente, al Villaggio turistico San Giovanni è stato annesso anche un lussuoso albergo completo di piscina e di ogni comfort.

Windor è stata selezionata quale partner privilegiato per l'installazione di tutti gli infissi interni così come documentato dal ricco repertorio fotografico:

Vuoi saperne di più o richiedere un appuntamento senza alcun impegno da parte tua?

Richiedi adesso maggiori informazioni. Siamo a tua disposizione. Chiama ora lo 0998110951 oppure utilizza il seguente form di contatto:

I tuoi diritti in materia in materia di privacy sono tutelati da Windor srl, società ideatrice di Finestre Senza Pensieri, nel rispetto della vigente normativa (D.lgs 196/2003). I tuoi dati verranno trattati esclusivamente per l'invio di comunicazioni, aggiornamenti e notizie inerenti questa piattaforma e che non verranno ceduti a terzi.

Infissi in legno: ecco le bugie dei falegnami che ti fanno buttare soldi dalla finestra

Se possiedi infissi in legno e la tua casa è fredda in inverno e calda in estate a causa di fastidiosi spifferi, ecco la verità che i falegnami non dicono

Se possiedi o pensi di acquistare infissi in legno e vuoi eliminare per sempre il fastidioso problema degli spifferi che ti entrano in casa (tra i principali responsabili di una casa fredda che fanno ammalare tutta la tua famiglia), sicuramente hai già pensato di chiamare il falegname.. NON FARLO! Leggi prima quello che ho da dirti in modo da sapere come risolvere il tuo problema senza buttare soldi dalla finestra. È finalmente giunto il momento di svelarti una volta per tutte come stanno veramente le cose. Ci sono delle verità che ti vengono nascoste dai falegnami e che, quando ne verrai a conoscenza, ti permetteranno di eliminare gli spifferi dalle finestre in legno di casa tua, senza spendere un’enormità di denaro. Anzi, rischierai di farlo quasi gratis! Perché gli spifferi sono un grosso problema per te e tutti coloro che vivono all’interno della tua abitazione? Gli spifferi sono tra le principali cause che rendono la tua casa fredda in inverno e calda in estate. Cioè, esattamente tutto il contrario di ciò che dovrebbe essere. Perciò, sia in estate che in inverno, sei costretto a tenere costantemente accesi i sistemi di riscaldamento (termosifoni o stufe) e di raffreddamento (condizionatori d'aria e deumidificatori). In particolare, quando è inverno, gli spifferi fanno abbassare la temperatura della tua casa, perché fanno entrare aria fredda dall’esterno, facendo fuoriuscire il calore. E, in estate, accade più o meno la stessa cosa, con la differenza che entra in casa aria calda. E, se vivi in una città in cui è quasi sempre SCIROCCO, per cui vi è aria carica di umidità, il problema che hai diventa ancor più grave. In questo caso, infatti, attraverso gli spifferi non ti entra in casa solo il freddo, ma entra anche l’umidità. Ma ho una buona notizia per te: grazie alla mia esperienza in questo campo, posso aiutarti a risolvere i tuoi problemi relativi a spifferi, ad abbassamento della temperatura e a umidità che entra in casa tua. Quindi, chi possiede infissi in legno solitamente fa due cose:
  • installa guarnizioni intorno alla finestra
  • riempie di silicone il cassonetto della tapparella
  • chiama un falegname
Ma sei davvero sicuro che queste siano le soluzioni migliori per risolvere definitivamente il problema degli spifferi? Per capirlo, vediamole meglio singolarmente. GUARNIZIONI E SILICONE Sapendo che la finestra si mantiene in quanto ancora al telaio e che il cassonetto della tapparella è quasi sempre vuoto, la prima cosa che ti viene in mente di fare è riempire queste zone di guarnizioni o silicone. Per cui, tu metti il silicone, pensando di risolvere il problema, ma invece il vero problema è lì dove c’è circa 1 cm di spazio vuoto. E lì non puoi intervenire, a meno che non smonti tutta la finestra, elimini i ponti termici e gli spazi che causano il passaggio degli spifferi. Come puoi allora risolvere questo problema? Continua a leggere e te lo spiegherò più avanti. CHIAMARE UN FALEGNAME In questo caso, in molti chiamano il falegname che, con la scusa di farti risparmiare, ti propongono di intervenire sugli infissi in legno sostituendo il vetro. Purtroppo, però, dopo l'intervento, ti accorgi amaramente che, nonostante l'intervento, il problema non è stato affatto risolto in quanto, nonostante i vetri di nuova generazione hanno proprietà che proteggono dal freddo e dal caldo esterno, questi non c'entrano nulla con il problema degli spifferi.

Anzi, quando i falegnami procedono con la sostituzione del vetro ai tuoi infissi in legno, rischiano addirittura di peggiorare la situazione.

Infatti, per lavorare in velocità e completare in poco tempo il lavoro, non ti rivelano una serie di dettagli. Tra questi, vi è il fatto che se i tuoi infissi in legno sono stati progettati per sopportare un certo tipo vetro (ad esempio mono lastra), installando un doppio vetro, il peso a carico della finestra triplica. La conseguenza è quella del peggioramento della questione spifferi a cui si aggiunge quello della chiusura della finestra, causati dagli sforzi troppo elevati che le cerniere sono costrette a sopportare. E sei così obbligato comunque a cambiare la finestra. Tornando alla soluzione del silicone intorno al cassonetto, devi sapere che il vero problema lì è il basso livello qualitativo dei sistemi di protezione dall'esterno e la mancanza di opportuna coibentazione. Ricapitolando… Finora hai scoperto 3 grandi verità che non conoscevi e che ti sono state tenute abilmente nascoste dai falegnami fino a oggi:
  1. Se metti il silicone, non risolvi il problema degli spifferi, perché il vero problema è al livello del telaio
  2. Se cambi i vetri, il problema degli spifferi rimane così com'era
  3. Se cambi i vetri, peggiori la situazione
Ora che lo sai, potrai risparmiare tanti soldi e tanto tempo. Ma allora come faccio a risolvere tutti il problema degli spifferi? Tranquillo, c'è Finestre Senza Pensieri! Finestre Senza Pensieri è la soluzione giusta per te che vuoi risolvere tutte le problematiche che ti ho appena mostrato relative agli spifferi.

Finestre Senza Pensieri è la soluzione diversa rispetto a tutte le soluzioni che puoi trovare sul mercato.

Perché? Finestre Senza Pensieri è l'unico sistema con triplice garanzia che ti assicura l'installazione con posa in opera certificata tramite il materiale più idoneo a risolvere il tuo problema specifico. Ma la vera differenza che rende Finestre Senza Pensieri unico rispetto a tutte le altre finestre è la certezza del risultato! Se tu chiami il falegname per risolvere il tuo problema con gli spifferi, non è detto che riesca effettivamente a risolverlo e non è neanche detto che ti dia una garanzia forte sul risultato. Con Finestre Senza Pensieri, invece, ti diamo la garanzia con formula “Soddisfatto o Soddisfatto”, grazie al quale, non ce ne andiamo fintanto che non abbiamo risolto il problema. Che cosa vuol dire? Vuol dire che noi: > Installiamo la tua finestra con posa in opera CERTIFICATA > SCRIVIAMO NEL CONTRATTO, in maniera precisa e con dati certi e misurabili, i RISULTATI CHE TI GARANTIAMO (ad esempio, l’eliminazione totale degli spifferi) > Ti diamo il tempo necessario per testare l’effettivo ottenimento del risultato che ti abbiamo garantito > La garanzia ti protegge fino a problema risolto! La vera e grande differenza tra Finestre Senza Pensieri e tutti gli altri prodotti sul mercato è la GARANZIA DI RISULTATO. Tutti gli altri vogliono venderti un prodotto, invece noi ti vendiamo l’ottenimento del risultato desiderato e te lo garantiamo con la formula “Soddisfatto o Soddisfatto”. Per chi è adatto il sistema Finestre Senza Pensieri? Finestre Senza Pensieri è il sistema ideale per tutte quelle persone che vogliono eliminare definitivamente gli spifferi da casa e per chi possiede vecchi infissi in legno, alluminio o pvc. E' la soluzione ideale per le persone anziane che necessitano di allontanare lo spettro di malattie, stati infiammatori e influenzali dovuti alla presenza degli spifferi. E' anche assolutamente indicato per tutte quelle abitazioni dove il problema degli spifferi genera anche altri problemi aggiuntivi, come ad esempio l’umidità o un abbassamento troppo veloce della temperatura dentro casa, nei casi in cui l’abitazione si trovi in zone esposte a un forte vento. Se anche in casa tua hai dei problemi relativi all’infiltrazione di spifferi e vuoi avere maggiori informazioni su Finestre Senza Pensieri, contattaci subito per parlare con un nostro tecnico. Contattaci entro i prossimi 5 giorni e, avrai in omaggio il PROGRAMMA ZERO MANUTENZIONE! Vuoi saperne di più o richiedere un appuntamento senza alcun impegno da parte tua?

Contro muffe, allergie e sguardi indiscreti, ecco le finestre multifunzione

Tende e persiane raccolgono polvere e allergeni che causano allergie. Inoltre non proteggono sufficientemente la propria privacy (specie di sera). Le finestre multifunzione invece risolvono tutti questi problemi

Prima di passare a descriverti cosa siano le finestre multifunzione, è necessario premettere un paio di cose:
  1. quasi tutte le case si dotano di tende e persiane per proteggere la propria PRIVACY.
  2. sia le tende che le persiane raccolgono POLVERE, micropolveri e ALLERGENI da ambienti esterni ed interni
  3. le tende, in particolare, assorbono come spugne tutto ciò che passa attraverso di esse, compresi gli ODORI sgradevoli
  4. nelle ore serali, le tende non proteggono efficacemente da SGUARDI INDISCRETI
Normalmente dunque, la gente comune adotta i tendaggi per non permettere di essere osservati, specie nelle ore serali in cui i contrasti di luce interne rispetto al buio esterno mettono in evidenza i fatti nostri. Si pone anche una questione di SICUREZZA, perché i malintenzionati tengono costantemente sott'occhio le nostre abitazioni. Non è solo una questione relativi ai vicini troppo curiosi. Per ovviare al problema, c'è chi utilizza stoffe più pesanti con il risultato di tendaggi che danno un senso di oppressione agli ambienti e mal si combinano con le esigenze di modernità e leggerezza tipiche delle case dei giorni d'oggi. Come se non bastasse, i tendaggi, oltre a rappresentare una voce di costo non indifferente (specie in caso di finestre di media grandezza), trattengono ogni genere di SPORCO e di allergeni. Anche le persiane rappresentano una delle soluzioni più comunemente adottate ma presentano lo svantaggio di dover essere costantemente manutenute e poi hanno un costo non indifferente. La manutenzione è dovuta sia per le parti meccaniche che per le operazioni di pulizia nei confronti degli accumuli di polvere continui specie in presenza di strade di campagna o vie di città molto trafficate. In pochi sanno anche che persiane e tendaggi sono tra i primi indiziati ogni qual volta si presentano PROBLEMI DI MUFFE SULLE PARETI. Ciò è dovuto ad un fenomeno fisico frutto del mancato irraggiamento e della differenza costante di temperatura a ridosso di finestre e pareti. Recenti studi affermano che sono in costante aumento i casi di ALLERGIE dovuti proprio alla presenza in casa di muffe spesso trascurate. La presenza di tendaggi alimenta le muffe ed è responsabile del trattenimento dei principali allergeni trasportati per via aerea. E' dimostrato che le allergie possono inficiare notevolmente il nostro stato di salute e incidere negativamente sulla percezione di comfort e benessere in casa. Questa cosa si ripercuote molto negativamente su umore e produttività. Dunque ci sono due modi per risolvere il problema:
  1. acquistare tendaggi speciali che non trattengono allergeni, polvere e odori
  2. ricorrere a frequenti operazioni di manutenzione e pulizia con prodotti specifici e costosi.
Se non hai voglia di dedicare troppo tempo alle grandi pulizie e se non vuoi spendere una barca di soldi in prodotti che combattono allergie e muffe, ti consiglio di pensare seriamente ad una soluzione capace di risolvere per sempre tutti questi problemi. La soluzione si chiama FINESTRE MULTI FUNZIONE. Sono particolari tipi di infissi che, oltre ad essere dotati di triplo infisso apribile, contengono sistemi di regolazione efficace della luce solare e della luminosità delle stanze. Inoltre, le finestre multifunzione, per caratteristiche insite alla loro stessa conformazione, forniscono una PROTEZIONE EFFICACE contro gli sguardi indiscreti dall'esterno. E poi... sono decisamente belle! Le finestre multifunzione ti permettono di avere il controllo sulla quantità di luce naturale che si lascia in una stanza. Si può scegliere l'opzione in cui si blocca tutta la luce o si può scegliere tra le altre opzioni per farne entrare solo un po' oppure fare in modo che la stanza venga inondata di luce naturale. Sbarazzarsi delle tende tradizionali che raccolgono gli allergeni fa sì che sì che la casa sia un AMBIENTE PIU' SALUTARE. Dotarsi di finestre multifunzione significa avere anche una casa più calda d'inverno e più fresca d'estate facendo RISPARMIARE sul costo della bolletta energetica grazie allo speciale sistema che protegge da irraggiamento solare e dispersioni termiche. Dulcis in fundo, questi infissi proteggono efficacemente anche dai tentativi di effrazione, grazie alla maggiore resistenza strutturale passiva contro i crescenti tentativi di intrusione da parte di malintenzionati. Fino al 31 dicembre 2018, lo Stato incentiva gli interventi per questo tipo di problemi cambiando le vecchie finestre: le finestre multifunzione infatti abbattono fino al 50% ed oltre la dissipazione di calore ed energia, in quanto termicamente più isolanti. Cambiare le vecchie finestre significa accedere ad una serie di VANTAGGI CONCRETI che si traducono, già dal primo giorno dalla loro installazione, in:
  • - più comfort e benessere abitativo,
  • - più risparmio energetico su gas e luce,
  • - più protezione da acqua e vento,
  • - più isolamento acustico,
  • - più sicurezza anti intrusione,
  • - meno inquinamento!
Le innovative finestre multi funzione sono infissi di nuova concezione: sono realizzate con componenti di alta qualità e progettate per abbattere in misura elevata i consumi di energia elettrica e gas. Ad esempio, rispetto ai vecchi infissi, le finestre bioclimatiche sono in grado di:
  • aumentare fino al 100% il livello di isolamento termico;
  • aumentare fino al 100% il livello di sicurezza passiva contro i tentativi di scasso e di intrusione;
  • ridurre fino al 50% il livello di rumori dovuti al traffico (specie se abiti ai primi piani in aree urbane trafficate);
  • grazie anche al moderno sistema di POSA IN OPERA CERTIFICATA a cura di tecnici INSTALLATORI CERTIFICATI, puoi finalmente dire addio ai fastidiosi spifferi nelle fredde giornate d’inverno!
Se corri a cambiare le vecchie finestre entro quest’anno, lo Stato rimborsa il 50% dell’investimento. Un esempio? Se la spesa per sostituire le vecchie finestre ammonta a 5.000 Euro, lo Stato ti restituisce 2.500 Euro! Vuoi saperne di più o richiedere un appuntamento senza alcun impegno da parte tua?

Non perderti il prossimo aggiornamento. Iscriviti adesso alla newsletter!

Codacons: bollette del gas in aumento. 8 trucchetti per pagare meno

Costo delle bollette del gas in aumento secondo i dati dell'associazione dei consumatori Codacons. Corri ai ripari con 8 trucchetti semplici ed efficaci

L'associazione dei consumatori Codacons lo dice molto chiaramente: dallo scorso ottobre, il costo delle bollette del gas è aumentato, per cui una famiglia in media spenderà 1.035 euro per il gas all'anno. Purtroppo, i dati registrati sull'incremento di consumi e quotazioni a livello europeo implicheranno l’aumento dei prezzi anche nei mercati all’ingrosso italiani. Questa è una pessima notizia per le famiglie italiane sul fronte dell’ energia!
“Ancora una volta le bollette degli italiani aumentano nel periodo di maggior consumo, determinando aggravi di spesa per i consumatori" ha spiegato il presidente Carlo Rienzi dell'associazione dei consumatori. "L’ incremento delle bollette del gas, infatti, riguarderà il periodo in cui gli utenti inizieranno ad usare i riscaldamenti in casa, con effetti negativi diretti sulle bollette per ben 24 milioni di famiglie”.
Ahimè la situazione è destinata a peggiorare. La mancanza di una politica seria a livello nazionale sul fronte delle Rinnovabili e delle Alternative ai combustibili fossili sta determinando un costante aumento dei costi delle bollette del gas che non accenna a diminuire. Con il tempo, sarà sempre peggio. Allora, che fare? Ecco 8 trucchetti per ridurre i costi della bolletta del gas. Non solo semplici trucchetti ma veri e propri provvedimenti per aumentare il comfort in casa senza aumentare le spese energetiche ed anzi riducendole. Il primo trucchetto sta nel limitare la temperatura impostata in quanto riduce gli sprechi ma anche e preservare la nostra salute. La temperatura ottimale per ambienti salutari e confortevoli è di 20 gradi centigradi. Per ogni grado centigrado oltre questa soglia va ad aumentare del 6 o 7% la spesa relativa al riscaldamento degli ambienti. Limita la dispersione di calore utilizzando in maniera strategica tapparelle e serramenti. Tienili ben chiusi dopo il tramonto e apri le tapparelle quando c'è sole. In occasione di giornate calde (se la temperatura esterna è maggiore di quella interna), tieni aperti gli infissi, perché il calore entrerà in casa. Non usare tendaggi che coprono i caloriferi e altre fonti di calore. Quest'accorgimento può farci risparmiare fino al 40% sulle bollette del gas. Utilizza le valvole termostatiche, speciali dispositivi che devono essere installati direttamente sui caloriferi. Le valvole termostatiche permettono regolare i consumi in funzione della tipologia di singoli ambienti. Spurga l’aria presente nei termosifoni a seguito di un lungo periodo di inattività. Ciò consentirà all’acqua di circolare liberamente e riscaldare al meglio l’ambiente. Tampona gli spifferi specie nel caso di infissi mono lastra. In commercio sono disponibili nastri isolanti per finestre da applicare intorno ai vetri o in corrispondenza dei punti di contatto anta telaio. Cambia l'aria 3 volte al giorno per 3 minuti tenendo contemporaneamente aperte tutte le finestre. Le correnti accelereranno i flussi e gli ambienti più salubri senza essersi raffreddati eccessivamente. Evita di riscaldare gli ambienti non abitati. E' perfettamente inutile riscaldare le stanze che non vengono abitate.Piuttosto, chiudiamo la porta e la valvola del termosifone corrispondente. Qualora non dovessi riscontrare alcun beneficio nonostante l'aver applicato alla lettera tutti questi trucchetti, allora è il momento di RISOLVERE IL PROBLEMA ALLA RADICE, prendendo di petto la questione. In sostanza, ciò che manca in casa tua è il giusto ISOLAMENTO TERMICO. Dovrebbero garantirtelo proprio le finestre, ma praticamente è come se vivessi all’aperto! Come faccio a saperlo? Non sei il primo caso di cattivo isolamento termico che tratto e perché sono nel settore degli infissi da 20 anni, per cui ne ho viste di tutti i colori. Quello che serve in casa tua è molto semplice: serve una finestra che isoli l’ambiente interno, e che, una volta raggiunta la temperatura di comfort (tra i 21° e i 22°) la trattenga, senza disperderla. Una temperatura costante vuol dire meno utilizzo di caldaia. Meno utilizzo di caldaia e climatizzatori significa meno spese. Come risparmiare sulle bollette del gas e ridurre le bollette del gas del 50%? Il primo passo da fare è quello di installare finestre di nuova generazione, ma non basta. E' necessario che la delicata fase di posa in opera tenga conto del progressivo e costante deterioramento dei giunti o delle guarnizioni nel tempo e della presenza di ponti termici, soglie passanti, chiusure non perfettamente ermetiche. Per metterti al riparo da ogni problema, ho dato vita al sistema Finestre Senza Pensieri, l’unica soluzione in grado di metterti al riparo da ogni problema passato, presente e futuro. Finestre Senza Pensieri è il SISTEMA CON GARANZIA 100% di riuscita per sostituire le tue vecchie finestre e risparmiare fino al 50% sui costi di luce e gas per raffreddare o riscaldare la tua casa. Finestre Senza Pensieri garantisce: – servizio di posa in opera certificata – installazione solo a cura di tecnici muniti di patentino di montaggio – fornitura di infissi certificati e installazione di vetri certificati – sistemi protect plus contro le intrusioni di malitenzionati – servizio controllo in fase di montaggio – zero attese: per ogni esigenza, un tecnico ti richiama entro massimo 24 ore – garanzia di supervisione assoluta su tutto l’iter – protezione totale contro danni a pavimenti, mobili e suppellettili della tua casa – garanzia di smaltimento eco-compatibile dei vecchi infissi – zero opere murarie – tagliando per manutenzione ordinaria a 12 mesi dall’istallazione e rilascio di Card Senza Pensieri Premium Sono tanti i clienti che parlano di noi documentando la propria soddisfazione. Dacci un'occhiata ==> http://www.windor.it/category/testimonianze-dei-clienti/ Sei ancora titubante? Allora METTIMI ALLA PROVA e tocca con mano i vantaggi di Finestre Senza Pensieri approfittando del BONUS GRATUITO che ho deciso di metterti a disposizione. Il BONUS FINESTRE SENZA PENSIERI ti consente di avere per due ore a tua disposizione un nostro tecnico specializzato che effettuerà un SOPRALLUOGO approfondito GRATUITO E SENZA IMPEGNO direttamente a casa tua. Attenzione! Non sto parlando di un tecnico qualunque! Ma di un tecnico certificato e munito di patentino di montaggio, per cui anche esperto conoscitore delle tematiche afferenti risparmio energetico, infissi, muffe, spifferi e condense di case, ville e appartamenti. Normalmente, due ore di consulenza da parte di un tecnico specializzato ha un certo costo; grazie al BONUS FINESTRE SENZA PENSIERI, potrai disporre di due ore di consulenza SENZA PAGARE neanche un centesimo di Euro! Compila i campi del seguente form per ricevere lo speciale BONUS:
porte bianche moderne

Porte bianche moderne, eleganza e tecnologia a portata di maniglia

porte bianche moderne

Se quello che cerchi sono porte bianche moderne, Windor ha la soluzione che fa per te. Due showroom e tre aziende ti daranno ciò che desideri

Classe, eleganza, pulizia. Dei colori e delle linee. Sono queste le caratteristiche che rendono l’arredamento il protagonista dei tuoi ambienti. E cosa, se non le porte, può contribuire in modo determinante a dare un tocco in più alle tue scelte? E se quello che chiedi è tanta luce e il tuo arredamento non può che essere contemporaneo, quello che ti serve sono porte bianche moderne. Avevi un unico chiodo fisso: dopo aver vissuto anni e anni nella casa dei tuoi genitori, cupa, scura per via di quei mobili in mogano che ti hanno intristito fino all’impossibile, hai deciso che in casa tua ci sarebbe stato bianco, tanto bianco. Il colore della purezza, della fiducia, della speranza. Quasi come fosse di buon auspicio. La tua reazione ti ha portato alle porte bianche moderne, come ti si può biasimare?  

Non perderti il prossimo aggiornamento. Iscriviti adesso alla newsletter!

  Ma se volessi acquistare le porte bianche moderne a Taranto, sapresti a chi rivolgerti? Beh, qui possiamo di certo darti una mano. Windor infatti, rivenditore di tre aziende che producono porte interne come Garofoli, Pivato e Style House, fa al caso tuo. Le collezioni proposte da questi tre colossi della produzione di porte sono tantissime. E, nonostante ognuna di esse abbia dedicato intere collezioni a uno stile più classico, le porte bianche moderne trovano uno spazio importante. Non solo bianche, anche nelle diverse colorazioni RAL, o personalizzate in modo particolare. Di sicuro la soluzione migliore per le tue esigenze si troverà senza problemi. Nei due showroom Windor di Taranto e Crispiano potrai vedere e toccare con mano la varietà delle porte bianche moderne. A Taranto ci trovi in via Lago di Viverone 11, mentre a Crispiano lo showroom è situato in via Montemerlo 94. Le porte bianche moderne non sono contemporanee solo per una questione di design. Il futuro è anche nella ferramenta utilizzata, nelle cerniere, nelle serrature magnetiche, nei materiali utilizzati dalle aziende.

Richiedi adesso maggiori informazioni. Siamo a tua disposizione. Chiama ora lo 0998110951 oppure utilizza il seguente form di contatto:

I tuoi diritti in materia di privacy sono tutelati da Windor srl nel rispetto della vigente normativa (D.lgs 196/2003) - inviando questo messaggio, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali finalizzato a poter rispondere alla tua richiesta
porte garofoli a taranto

Porte Garofoli a Taranto. Windor è rivenditore ufficiale

porte garofoli a taranto

Se sei alla ricerca di porte Garofoli a Taranto, puoi contare sui due showroom di Windor per la tua scelta.

Le hai viste su internet e te ne sei innamorato. Lo sappiamo, è una cosa che capita spesso con le porte Garofoli. Dopo settimane di ricerca finalmente hai scelto il modello che fa per te e per la tua casa, hai scelto anche il colore. C’è un solo problema. Internet, per quanto abbia agevolato la trasmissione di immagini e notizie, manca di quello che viene ormai definito come la “quarta dimensione”: il tatto. Adesso vuoi vederle dal vivo, vuoi toccarle con mano. Sai dove trovare le porte Garofoli a Taranto? Il tuo posto per toccare con mano ciò che hai deciso di comprare? Le porte Garofoli a Taranto le trovi da Windor, nella sede storica sita in via Lago di Viverone 11. Ma c’è anche un altro showroom, che Windor ha aperto in via Montemerlo 94 a Crispiano. L’azienda presente nel territorio da oltre 30 anni si è sdoppiata per anche per agevolarti nel trovare le tue porte Garofoli a Taranto.

Non perderti il prossimo aggiornamento. Iscriviti adesso alla newsletter!

  29 collezioni, di cui 13 appartenenti a Gidea, porte pensate per un pubblico giovanile o più attento ad esigenze abitative moderne, legate a gusti contemporanei. Windor ti permetterà, con le sue porte Garofoli a Taranto, di personalizzare le tue scelte in base ai colori, fantasie, design, accessori che più rispecchiano le tue esigenze. Garofoli, azienda marchigiana nata nel 1968 dalla brillante idea di Fernando Garofoli, riesce a coniugare gli aspetti più tradizionali legati alle porte in legno massiccio alla modernità, fatta di tecnologia all’avanguardia e attenzione ai particolari. Segni distintivi delle porte Garofoli sono sicuramente le cerniere, a bilico o a scomparsa a seconda delle esigenze, e la serratura magnetica, un sistema di chiusura che consente di lasciar andare la porta senza tirare giù la maniglia in fase di chiusura. Tutto nella più totale silenziosità. Le porte Garofoli a Taranto le trovi da Windor!

Richiedi adesso maggiori informazioni. Siamo a tua disposizione. Chiama ora lo 0998110951 oppure utilizza il seguente form di contatto:

I tuoi diritti in materia di privacy sono tutelati da Windor srl nel rispetto della vigente normativa (D.lgs 196/2003) - inviando questo messaggio, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali finalizzato a poter rispondere alla tua richiesta

Voglia di casa nuova in città? l’architetto Peluso ha unito passato e futuro

l'appartamento era del 1924.. l'architetto Titti Peluso aveva voglia di casa nuova in città: così ha fuso storia, tradizione, modernità e praticità

La casa della simpaticissima Titti è un appartamento parte di un fabbricato risalente al 1924. L'architetto Titti Peluso aveva cercato in ogni dove pezzi di un passato che non c'è più. Insieme ai muratori, è andata alla spasmodica ricerca di quel che poteva essere un vecchio pavimento originario, un pezzo di un'antica porta.. ma niente di niente.. purtroppo un precedente intervento di ristrutturazione aveva coperto qualsiasi traccia di storia di questo appartamento. Titti non si è persa d'animo.  Non solo voglia di casa nuova in città ma anche  il desiderio di restituire valore e storia originaria a quell'appartamento, senza rinunciare al comfort degli ambienti abitativi moderni. Chi conosce Titti sa bene che possiede un'energia straordinaria, fuori dal comune.  E' un architetto e, come tutti i suoi colleghi, è una persona molto creativa.  Così ha iniziato a studiare le origini del fabbricato, investigando anche all'interno degli appartamenti vicini.  Pezzo dopo pezzo, ne ha ricostruito quello che doveva essere il suo passato. Ma non avendo nulla che fosse rimasto a ricordo di quel tempo, lo ha cercato tra i moderni materiali: porte, finestre, pavimenti, ceramiche oggi riprendono lo stile originario, attualizzato secondo i moderni schemi dettati dal bisogno di praticità ed estetica. Persino una vecchia insegna di un tabacchino di famiglia ha ritrovato la propria vita in questo modernissimo e originale appartamento. Quella vecchia insegna oggi è parte di un lampadario fissato in bagno. Le immagini e i filmati documentano questa interessante opera di recupero figlia dei tempi e della voglia di casa nuova in città. In quest'appartamento non manca nulla per rispondere alla voglia di casa nuova in città: tre bagni, un'enorme cabina armadio salva-spazio, grandi spazi riservati a cucina, ingresso, soggiorno e una luminosissima stanza da letto con letto matrimoniale in perfetto stile moderno che non disdegna numerosi richiami al passato. In particolare, in questa voglia di casa nuova in città ci sono ampie finestre Finstral in pvc effetto legno rigorosamente bianche, porte scorrevoli della gamma Garofoli, pavimenti a rombi che ricordano le antiche cementine e un arredamento minimale e moderno che conferisce spazio e luminosità ad una casa che risente dei suoi numerosi anni.

Ecco il racconto dell'architetto Titti Peluso e della sua voglia di casa nuova in città:

https://www.youtube.com/watch?v=GNZbHVFNOMs 

Per l'occasione, le abbiamo anche chiesto quale sia la differenza tra il far da sé e l'affidarsi ad un architetto:

https://www.youtube.com/watch?v=Z2beJteR254&feature=youtu.be

Infine, le abbiamo chiesto cosa abbia significato per lei essersi affidata a Windor:

https://www.youtube.com/watch?v=ysNR1wk9Kg8&feature=youtu.be

Non perderti il prossimo aggiornamento. Iscriviti adesso alla newsletter!

15 regole per una casa sempre fresca anche in piena estate

per avere una casa sempre fresca hai due alternative: o ti affidi ad un climatizzatore (che ti fa spendere denaro e salute) o segui queste 15 regole

Qui al sud siamo più o meno tutti abituati ad avere 40° all'ombra con l'arrivo dell'estate. Da buoni italiani, ci rifugiamo sovente nelle nostre case o nei nostri uffici con i climatizzatori a palla. Il che significa che si passa dai 40° ai 19° in men che non si dica, con gravi ripercussioni sulla nostra salute, sulle nostre tasche e sull'ambiente che continuiamo ad aggredire come se gli sconvolgimenti climatici non fossero all'ordine del giorno. Capisco tutti coloro che vogliono garantirsi una casa sempre fresca e che l'incubo di qualche goccia di sudore ci imbarazzi per ovvi motivi. E questa preoccupazione sale quando specialmente quando si è alle prese con il lavoro, per il quale nervosismi, stress e pura fatica ci fanno alzare la temperatura corporea.  So bene quanto valga una casa sempre fresca al rientro da una giornata faticosa, quando vorremmo gettare tutto il mondo fuori dalla finestra e riservarci un po' di sano relax all'interno delle quattro mura domestiche. Chi vive in città come Taranto conosce bene anche il senso di inquietudine che si prova nelle giornate di scirocco. La temperatura percepita può arrivare persino a 50°. In quei casi, siamo soliti dire che non si respira. E so altrettanto bene quanto male faccia un climatizzatore sempre acceso, soprattutto l'escursione termica tra ambiente esterno ed interno supera i 4 gradi.  Secondo il ministero della Salute, la differenza tra la temperatura interna e quella esterna non dovrebbe mai superare i 3-4 gradi. Il rischio, in caso contrario, è che si vada incontro a difficoltà respiratorie, capogiri, ma anche indigestioni e bronchiti. Il freddo eccessivo e gli sbalzi di temperatura, inoltre, possono minare i naturali meccanismi difensivi dell'apparato respiratorio, limitando la motilità delle ciglia che rivestono le mucose delle alte vie respiratorie. In queste condizioni, diventa più difficile espellere i microrganismi nocivi che sono presenti nell’aria e si è pertanto più esposti a virus e batteri. 
In condizioni di caldo estremo, le fasce di popolazione più colpite sono quelle che vivono nelle grandi città, in abitazioni surriscaldate e con scarsa ventilazione. Rischiano di più gli anziani e i bambini molto piccoli. In generale, però, una serie di semplici abitudini possono contribuire a ridurre le conseguenze nocive delle ondate di calore (Repubblica.it)

Non perderti il prossimo aggiornamento. Iscriviti adesso alla newsletter!

Quindi un uso eccessivo dei condizionatori induce spesso disturbi alle vie respiratorie. Il condizionatore basa il suo funzionamento sul sottrarre umidità all’aria presente in casa. E questo vuol dire solo una cosa, irritazioni alle vie respiratorie superiori e alla mucosa nasale, con conseguenti infiammazioni della gola e riduzione delle difese immunitarie.  Inoltre, l'assenza di una regolare manutenzione (pulizia filtri in primis) è causa di batteri e virus. Ovvero infezioni.  L'unico modo per avere una casa sempre fresca ed evitare infiammazioni, raffreddori ed altro ancora è seguire queste 10 semplici regole:
  1. tenere sempre aperte le finestre dalle 20 alle 7 del mattino
  2. dar vita a piccole correnti d'aria tra lati opposti della casa per consentire la fuoriuscita di calore
  3. cambiare spesso l'aria durante l'arco della giornata
  4. non usare elettrodomestici durante le ore diurne
  5. utilizzare tende esterne ed interne per filtrare i raggi UV 
  6. il bucato e la doccia vanno fatti nelle ore più fresche: condensa e vapore possono aggravare la situazione.
  7. utilizzare frequentemente il ventilatore: consuma circa 15 volte meno di un condizionatore medio e permette all'aria di circolare, regalandoci sensazioni di fresco sulla pelle
  8. preferire colori chiari sia all'esterno che all'interno: hanno il potere di riflettere i raggi solari e di non assorbire il calore
  9. eliminare soglie passanti e ponti termici
  10. tenere chiuse persiane e tapparelle nelle ore più calde del giorno, in modo da creare ombra e riparare la casa dai raggi solari. Durante i picchi d'afa chiudete anche le finestre: servirà a non far entrare aria umida in casa
A queste regole, mi permetto di aggiungerne qualcuna un po' più tecnica:
  • assicurati che i muri esterni, le fondamenta, i sottotetti e l’attico siano isolati e ben ventilati
  • cerca di mantenere all’interno dell’abitazione un’umidità inferiore al 50%
  • non usare tappeti o moquette in zone con alta umidità come bagno, cucina, lavanderia
  • non lasciare i vestiti stesi ad asciugare per molto tempo in ambienti chiusi poco ventilati
  • assicurare la corretta manutenzione degli umidificatori
  • Segui queste semplici regole e mi ringrazierai.
E se vuoi risolvere alla radice il problema, devi fare due cose: la prima è quella più semplice. Ovvero sostituire le vecchie finestre con infissi classe A Casaclima. La seconda, un po' più complicata e invasiva, è coibentare tutta l'abitazione con speciali pannelli termici. Windor è a disposizione per un'analisi completa del livello di dispersione termica della tua abitazione. In parole povere, Windor, mediante l'uso di una speciale termocamera, è in grado di misurare quanto sia debole la resistenza al passaggio del calore tra esterno ed interno della tua casa. Ho gli strumenti per rivelarti tutti i punti deboli della tua casa in modo preciso e soprattutto scientifico. Questo tipo di approccio ti permette di contenere la spesa e di massimizzare il risultato con una selezione ponderata degli interventi da effettuare. Altro elemento per disporre di una casa sempre fresca è quello di abbinare un tipo di installazione specifica al tipo di infissi e vetri scelti per la propria abitazione. Solo una posa in opera certificata può produrre un risultato di questo tipo. Diversamente, anche in presenza di infissi performanti, il risultato sarà bel al di sotto delle aspettative. Sussistono infatti determinati accorgimenti che garantiscono soluzioni di qualità che durano nel tempo e che incrementano il potenziale del singolo infisso. Ciò si traduce nella garanzia di una casa sempre fresca e di un abbattimento del costo energetico per oltre il 50%.

Richiedi adesso maggiori informazioni. Siamo a tua disposizione. Chiama ora lo 0998110951 oppure utilizza il seguente form di contatto:

I tuoi diritti in materia di privacy sono tutelati da Windor srl nel rispetto della vigente normativa (D.lgs 196/2003) - inviando questo messaggio, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali finalizzato a poter rispondere alla tua richiesta

12 consigli per avere una casa fresca in estate senza condizionatori

Ecco come garantirsi una casa fresca in estate e risparmiare sull'uso eccessivo dei climatizzatori che spesso sono fonte di malanni e spese in bollette

Avere una casa fresca in estate è il sogno di tutti. Quando arriva Maggio, i primi tepori ci ricordano che la casa non è protetta contro il caldo e che bisogna correre ai ripari il prima possibile. A nessuno piace l'idea di rivivere l'inferno di Dante in casa propria. Così come a nessuno penso che piaccia l'idea di dover spendere anche quest'anno un occhio della fronte per acquistare i nuovi climatizzatori o tenere accesi quelli già installati. Tutti coloro che hanno già uno o più climatizzatori in casa sanno bene di che sto parlando. Per quanto gli elettrodomestici siano in classe A, essi comportano una spesa non indifferente in energia elettrica. Inoltre contribuiscono a rendere un'aria malsana in casa a causa delle finestre chiuse. Chi ha bambini sa bene che c'è bisogno di cambiare spesso l'aria in casa, per evitare che i piccoli siano troppo a contatto con le esalazioni tossiche tipiche degli ambienti chiusi: vernici di pareti e mobili, detersivi per lavare il pavimento o pulire le suppellettili, uso del gas da cucina sono fonti continue e INVISIBILI di veleno che appestano l'ambiente domestico. Lo stare a contatto tutto il giorno con l'aria di casa senza un costante ricambio dell'aria rappresenta un pericolo per il corpo umano, specie se sono presenti bambini con meno di 12 anni. Altrettanta forte è per l'esigenza di tener chiuse le finestre in estate per evitare che l'aria calda entri e ci faccia impennare i consumi energetici per l'avvio dei condizionatori. Quindi abbiamo quattro esigenze:
  1. garantirci un'aria quanto più possibile salubre
  2. garantirci comfort domestico e una casa fresca in estate
  3. massimizzare la funzione dei condizionatori
  4. contenere al massimo le spese per il raffrescamento domestico
Se soddisfiamo la prima, dobbiamo tenere spesso le finestre aperte per cambiare l'aria. Ma questa cozza con la seconda perché entra aria calda e addio casa fresca in estate. La terza cozza con la quarta e con le prime due, perché i condizionatori diventano efficienti quando le finestre sono chiuse per quanto più tempo possibile. Ma se apriamo le finestre, è come se depotenziassimo i climatizzatori e aumentassimo i costi per il loro funzionamento.

Non perderti il prossimo aggiornamento. Iscriviti adesso alla newsletter!


E allora come avere una casa fresca in estate e, contemporaneamente, garantirci: 1) ambiente salubre, 2) comfort domestico, 3) massimo risparmio in bolletta? Personalmente sconsiglio di utilizzare eccessivamente i climatizzatori in quanto, oltre ad assorbire un sacco di energia, inducono spesso disturbi alle vie respiratorie e malesseri alle persone che vi stazionano per lungo tempo in casa. Di fatto, il lavoro dei climatizzatore consiste principalmente nel sottrarre umidità all'aria, il che causa irritazioni alle vie respiratorie superiori e alla mucosa nasale, con conseguenti infiammazioni della gola e riduzione delle difese immunitarie. Il rischio di infezioni aumenta anche in mancanza di una regolare manutenzione del climatizzatore, che può divenire un veicolo di batteri e virus. E quindi come fare per avere una casa fresca in estate? Iniziamo da qualche suggerimento:
  1. Spalancare le finestre possibilmente prima delle 8 del mattino presto
  2. Tenere chiuse le finestre soprattutto dalle 11 in poi per evitare che l'aria più calda entri in casa
  3. Utilizzare tende interne ed esterne per filtrare la luce solare (evitando di mettere i raggi solari in diretto contatto con i vetri)
  4. Evitare di utilizzare forni e fornelli dalle 12 alle 16
  5. Non utilizzare elettrodomestici (lavatrice, lavastoviglie, ecc) dalle 12 alle 16
  6. Tinteggiare le pareti esterne con colori chiari perché riflettono la luce solare
  7. Eliminare i tappeti perché trattengono calore e lo trasmettono
  8. arieggiare durante le ore notturne creando moderate correnti d'aria tra le finestre
E passiamo ora a qualcosa di più tecnico: Più di ogni altra cosa, per tenere fresca la casa in estate occorre proteggerla con un buon livello di isolamento termico. L'ideale è installare speciali pannelli sulle pareti esterne oppure, in fase di ristrutturazione, utilizzare materiali con al proprio interno sistemi termici in grado di respingere il calore. L'ottimo isolamento termico è garantito anche da infissi classe A, possibilmente dotati di vetri leggermente oscurati, avendo cura di verificare che il valore di trasmittanza termica sia inferiore a 1,1. Se non hai molto tempo per dedicarti ad una corretta soluzione, possiamo farlo noi al posto tuo! Si tratta di un esclusivo servizio che riserviamo a coloro che desiderano avere il massimo comfort in casa e, contemporaneamente, il massimo risparmio. E' questa una soluzione che migliora fino all'85% il livello di benessere in casa  e costituisce un sistema GARANTITO per avere una casa fresca in estate. La soluzione si chiama Finestre Senza Pensieri che ti garantisce per almeno 30 anni una casa fresca in estate senza spendere un occhio della testa in bollette. Scopri di più ==> http://finestresenzapensieri.it/